cuore_uva

Montegrosso d’Asti è inserito in un vasto territorio collinare, originario dell’era Terziaria, formatosi un milione di anni fa per sedimentazione di un antico mare. Essendo Privo di formazioni rocciose, tale suolo a prevalenza calcareo-argillosa, con presenze di sabbia, accompagnato da un clima temperato freddo, costituisce, l’ambiente ideale per la vite. Secondo i grandi nomi del panorama vitivinicolo, il futuro della grande Barbera è ASTI ed il suo terroir, dove la produzione di Barolo e Barbaresco non è consentita e la varietà più importante è quindi il Barbera, coltivato già da svariati anni sulle migliori colline. Inoltre il Barbera della zona di Alba è coltivato di solito in luoghi in cui le condizioni non sono abbastanza ottimali per il Barbaresco o Barolo. I nostri 6 ha di vitigni si stendono in territorio collinare a 244 metri slm caratterizzato da terreni calcare i, ricchi di argilla, calcare, sabbia emicroelementi. L’esposizione è sud-est, e l’età delle viti è 10-80 anni. Il sistema di allevamento è a Guyot e ci sono circa 5.000 ceppi per ettaro. Siamo in una delle zone più belle e interessanti del Monferrato caratterizzata, a memoria di uomo, da una secolare vocazione: la viticoltura. Di fatto le uve e i vini di queste colline erano famosi sin dall’antichità. Li hanno decantati scrittori romani e medioevali principi e re, scienziati e gourmet. Nel corso dei secoli, scritti o frasi famose in molte occasioni hanno celebrato i vini delle colline “monferratensis” per la loro eccellente qualità. Le condizioni per la coltivazione della vite sono tutte favorevoli: un clima temperato, con le notti fredde in fine ottobre, si integra ad un terreno speciale, ricco di argilla, calcare, sabbia e microelementi. Un insieme di fattori essenziali per la viticoltura di qualità: un terroir unico, eccezionale, inimitabile: il Monferrato.

A

COPYRIGHT 2016 LABALLERINAVINI.IT